IL BRUXISMO : DIAGNOSI E TERAPIA

Tante Soluzioni per risolverlo

Deriva dal greco βρύκω o βρύχω (brùko), lett. "digrignare i denti" e consiste nel digrignare e nello stringere inconsapevolmente i denti facendoli stridere, ciò è dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria, soprattutto durante il sonno.

Spesso sottovalutato, il Bruxismo ha una serie di conseguenze importanti su tutto il cavo orale e ripercussioni sistemiche non indifferenti. Tale abitudine porta infatti a forti dolori all'articolazione temporomandibolare, dolori nello stringere cibi duri, mal di testa, erosioni importanti ai colletti dentali, una mobilità eccessiva con sanguinamento gengivale dalle tasche parodontali, un'eccessiva abrasione dei denti stessi con abbassamento delle corone dentarie e a conseguenti malocclusioni ; le malocclusioni portano a scompensi osteoscheletrici alla colonna vertebrale con mal di schiena persistenti. Danni dentali importanti, causati da questo tipo di parafunzioni come lo stringere e il digrignare i denti, tipiche del Bruxismo, sono la mobilità e il sanguinamento dentale anomalo, con la formazione di tasche ossee che possono andare incontro ad una sovra infezione batterica parodontale che, se non curata aiuta ad accorciare la vita del dente, andando ad intaccare in modo definitivo e progressivo il tessuto osseo di sostegno.

 

Importante è che il dentista faccia un'accurata diagnosi differenziale fra Parodontite e Bruxismo, per evitare di impartire una terapia sbagliata che acceleri il decorso della malattia.Per consolidare i denti molto mobili si consigliano alcune sedute di molaggio selettivo che riequilibri i punti di occlusioni, l'uso di un byte protettivo, lo splintaggio e/o la devitalizzazione dentale.

Se si prende in tempo la patologia si può risolvere il problema semplicemente con un byte trasparente su misura, i Byte sono delle mascherine di un certo spessore tale da provocare un rilassamento muscolare da contrazione isotonica. I Byte standard che si trovano in farmacia non hanno alcun beneficio rispetto a quelli costruiti  su misura per la grandezza e la forma dell'arcata dentaria del paziente. Il Byte, fondamentale per la cura di questa patologia, ha la funzione di riabilitazione della funzionalità muscolare, spesso inibita dal dolore anche durante i momenti di rilassamento; di ristabilire l'armonia tra delle forze muscolari del cavo orale e di proteggere i denti  e le cure svolte (protesi, ponti, corone, otturazioni, impianti ), nonché quella di scarico delle forze muscolari anomale.

Il Byte viene costruito in laboratorio dopo aver preso le impronte ed una cera diagnostica per determinarne lo spessore. Periodici controlli assicurano che la funzionalità del Byte non vada persa nel tempo con l'abrasione, in tal caso il byte va rifatto o ribasato. Lo Splintaggio consiste nell'ancorare i denti mobili, ai denti limitrofi, stabili, tramite un filo in nailon o in metallo molto sottile o reticolato, fissato con della resina Composita alla superficie posteriore dei denti in modo da risultare invisibile .

La devitalizzazione infine dei denti mobili è un valido aiuto al consolidamento di questi alla trama ossea parodontale.

Se il problema è già in stadio avanzato, si dovranno curare le erosioni al colletto e ricostruire i denti abrasi con corone protesiche, quelli persi vanno al più presto sostituiti con ponti o impianti, per riadattare l'occlusione. 

Studio Dentistico Dott.ssa Sonia La Volpe Via Mario Savini 15 Roma

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0