COSA PROVOCA IL MAL DI DENTI

Perchè ho mal di denti?

Vediamo insieme quante numerose patologie possono essere la causa del mal di denti e se originano dalla bocca o dagli organi limitrofi

Cause Orali

  1. Pulpite
  2. Carie
  3. Erosione
  4. Frattura
  5. Gengivite
  6. Precontatto
  7. Bruxismo
  8. Tumori Orali

 Cause extra orali

  1. Otite media
  2. Nevralgia del Trigemino

Hai Mal di denti?   CURALO SUBITO!

 Tanti tipi di mal di denti

Il dolore dentale può manifestarsi con intensità e durata variabili.

Analizziamo con attenzione ciascun tipo di dolore.

  1. Pulpite

Il dolore più forte è sicuramente dato dalla pulpite: infiammazione della polpa dentale generata da una carie profonda.

E’ un dolore acuto, pulsante, forte, pari ad una colica renale, in molti casi indomabile con i comuni antidolorifici!

Di solito si scatena improvvisamente, durante la notte, durante un pranzo o una cena importante, in condizioni climatiche di forte caldo o di forte freddo.

  1. Carie

In questo caso il dolore comincia con una sensibilità al freddo, poi al caldo, poi alla masticazione. Sono i batteri della carie che stanno divorando in fretta il tessuto dentale provocando un aumento di sensibilità, perché si stanno avvicinando alla polpa.

La carie all’inizio è asintomatica e dal paziente viene sottovalutata perché somiglia ad una semplice macchia.

  1. Erosione

Ora il dolore si presenta come una sensibilità aumentata all’ aria fredda e a cibi e bevande fredde.

Con il tempo man mano che l’erosione si approfondisce, al contatto con questi fattori, si avverte una lunga e profonda fitta dolorosa che da alla testa.

Il fenomeno dell’erosione si manifesta con una recessione gengivale e la scomparsa dello smalto al colletto.

Le cause sono il precontatto da scorretto allineamento dentale e lo spazzolamento orizzontale eccessivo.

  1. Frattura

Un dente devitalizzato non ricoperto con Corona Protesica è disidratato, poroso, delicato, pertanto più fragile e con altissimo rischio di frattura.

Non di meno un dente può fratturarsi perché ha una grossa otturazione che fa da cuneo fra le pareti rimaste.

La frattura dentale è improvvisa e spesso molto dolorosa quando interessa anche la radice.

  1. Gengivite

Esempio chiaro di dolore infiammatorio acuto, la gengivite può assumere le caratteristiche di un dolore dentale forte e persistente.

Si sviluppa in poco tempo in presenza di accumuli di placca e tartaro sotto gengivali.

Di solito è accompagnato da rossore e gonfiore.

  1. Parodontite

Quando la gengivite peggiora, cambia aspetto e subentrano i batteri più aggressivi, i gram negativi.

Questi vivono in assenza di ossigeno e sprofondano nelle tasche gengivali distaccando il dente dal supporto

In questo caso il dolore si fa diffuso, insistente, penetrante…è il sintomo della distruzione ossea che sta avvenendo intorno ai denti affetti da questa grave patologia.

  1. Precontatto

Al risveglio un forte e prolungato mal di denti può interferire con l’umore dell’intera giornata.

Durante la notte due denti antagonisti di entrambe le arcate hanno scaricato tutta la forza muscolare in chiusura.

Questo si verifica quando solo pochi denti si toccano escludendo dall’occlusione tutti gli altri, entrano si dice in precontatto.

La forza viene mal distribuita e si scarica tutta solo sulle radici di questi pochi denti.

Le cause sono gli sbalzi di temperatura durante la notte o lo stress.

  1. Bruxismo

Un forte mal di denti diffuso si manifesta al risveglio accompagnato da dolore alle articolazioni temporo mandibolari, al collo, alle tempi e alla testa.

Il Bruxismo cronico da digrignamento e da serramento produce rispettivamente microfratture dello smalto e abrasioni dentali irreversibili nonché erosioni ossee condilari delle articolazioni mandibolari.

  1. Nevralgia del Trigemino

Questa non rara patologia si manifesta con un dolore lancinante episodico che può interessare:

  • denti
  • labbra
  • fronte
  • cute del volto
  • naso
  1. Tumori Orali

In questi casi il dolore è fisso lancinante o ad ondate di intensità variabile, acuto o cronico, in aumento o stabile a seconda di quali fibre nervose vengono man mano interessate durante l’accrescimento della patologia benigna o maligna.

Dopo aver letto questo blog, visto quanto si può soffrire con il mal di denti, possiamo sicuramente dire : “Prevenire è meglio che curare!”

Vuoi informazioni più approfondite o hai domande specifiche ?

Contatta subito il tuo Dentista di fiducia!

3280767785

   (Telefonata, WhatsApp, SMS)

Studio Dentistico Roma Cipro Dott.ssa Sonia La Volpe

Via Mario Savini 15, 00136

Ti risponderemo al più presto per qualsiasi chiarimento sulle terapie, i costi e sulle disponibilità in agenda per gli appuntamenti.

        www.dentisanidiqualita.com       

Scritto dalla Dott.ssa Sonia La Volpe

Odontoiatra specializzata in Conservativa e Protesi Dentaria, iscritta all’ordine  con n° O 03420 Titolare da 20 anni dello Studio Dentistico a Roma Via Mario Savini 15.

Ti può interessare anche il seguito: Mal di denti che fare?