Anziani Masticazione e Memoria

Parliamo di Anziani

L’odontoiatria geriatrica si dedica alla cura di soggetti che vanno da un’età di 75 ai 100 anni e lo Studio Dentistico migliore deve avere un approccio adatto a loro, vediamo in cosa consiste.

Innanzitutto l’anamnesi in questi casi deve essere svolta in modo estremamente approfondito per far emergere eventuali patologie croniche e terapie che si avvalgono di più farmaci insieme.

Inoltre è anche importante verificare quale stile di vita ed alimentazione seguano.

Naturalmente sono fondamentali la pianificazione dei trattamenti, l’ascolto e la comunicazione con questi pazienti  nonché avere contatti con gli altri professionisti che li hanno in cura.

In verità grazie alla prevenzione orale si è ridotto il numero di pazienti edentuli e sempre più persone mantengono i denti naturali fino ad età avanzata.

In particolare studi epidemiologici confermano l’associazione fra funzioni cognitive e salute orale, vediamo come.

Masticazione e memoria

Numerosi ricercatori negli USA affermano, dopo aver compiuto uno studio su più di 2000 ultrasessantenni che : la masticazione ha effetto benefico su memoria e capacità cognitive perché aumenta il flusso ematico cerebrale.

Inoltre in un altro studio svolto su più di 1000 pazienti nell’arco di 5 anni si è visto che: il rischio di demenza e declino cognitivo negli edentuli è risultato nettamente superiore rispetto ai soggetti con almeno 22 denti.

E’ confermato che alcune parti del cervello (i nuclei basali) sono coinvolte nella genesi della funzione masticatoria, nel bruxismo notturno come nella memoria di lavoro e di apprendimento.

Bisogna far notare che il paziente anziano è spesso affetto da malattie croniche come patologie cardiovascolari e diabete mellito, che si associano a una maggiore incidenza di malattia parodontale con perdita dentale

I pazienti affetti da patologie croniche assumono una gran quantità di farmaci che interagiscono fra loro e possono produrre effetti collaterali come la xerostomia (secchezza della bocca).

Questo è un effetto determinato da oltre 500 farmaci, molti dei quali utilizzati per trattare malattie croniche, i più comuni sono:

  • anticolinergici
  • antidepressivi
  • broncodilatatori
  • diuretici
  • ipoglicemizzanti

Masticazione e controllo del dolore

Alcune malattie sopportate a fatica in età avanzata presentano dolori cronici e acuti.

Ma importanti studi confermano che il controllo del dolore viene regolato anche dalla masticazione ripetitiva e prolungata

Per esempio masticando chewing gum per 20 minuti si possono diminuire alcune sensazioni dolorose.

Pertanto anche per questo negli anziani con edentulia è importante rimettere i denti.

Anziani protesi mobile o implantologia

Dopo aver premesso che una corretta masticazione migliora la qualità di vita e la memoria, affrontiamo il problema di come rimettere i denti in caso si edentulia totale o parziale.

Se parliamo di protesi mobile è la soluzione più rapida ed economica, ma non è come avere i propri denti.

La protesi fissa (ponti in Zirconia) è la scelta ottimale in moltissimi casi.

Oppure per quanto riguarda gli impianti, l’età avanzata non è più considerata una controindicazione.

Infatti oggi in questi casi gli impianti possono essere collocati con buoni risultati clinici come nei pazienti più giovani.

Pertanto in questi pazienti, come nei più giovani, l’insuccesso dell’ impianto nonché l’insorgere di mucosite implantare o di peri-implantite può essere condizionato dai seguenti fattori:

Prevenzione della perdita dei denti

Ormai tutti sanno che l’alimentazione e l’esercizio fisico hanno forti connessioni con la salute complessiva della persona

Diciamo che la cura delle patologie orali sta ricevendo un’attenzione maggiore rispetto al passato da parte di tutta la popolazione insieme ad altri fattori

Ma l’igiene orale quotidiana può essere difficile per un anziano.

In alcuni casi sorgono problemi articolari che ne riducono la manualità anche durante la pulizia denti giornaliera o in altri casi possono essere bloccati in carrozzina o a letto da patologie disabilitanti.

Naturalmente in questi pazienti è ancora più importante fare i controlli semestrali con una seduta di Bio Igiene Orale professionale, come forma di prevenzione primaria.

La prevenzione passa attraverso un dialogo fra dentista e paziente che permette di trasmettere informazioni e consigli legati a numerosi accorgimenti da poter attuare insieme ad uno stile di vita salutare.

Vuoi prendere un appuntamento o vuoi informazioni più approfondite?

Contattaci adesso

3280767785

(Telefonata, WhatsApp, SMS)

Ti risponderemo al più presto, per qualsiasi chiarimento sulle terapie, i costi e sulle disponibilità in agenda per gli appuntamenti.

Studio Dentistico Roma Cipro Dott.ssa Sonia La Volpe

 Via Mario Savini 15, Roma

www.dentisanidiqualita.com

Scritto dalla Dott.ssa Sonia La Volpe                                          

Odontoiatra specializzata in Conservativa e Protesi Dentaria, iscritta all’ordine  con n° O 03420 Titolare da 20 anni dello Studio Dentistico a Roma Via Mario Savini 15.

Possono interessarti anche:

Malattia di Alzheimer e denti

Malattie autoimmuni e denti

Diabete e Parodontite

Osteoporosi e Parodontite

Disturbi del gusto ed età

Igiene orale e demenza senile

Ponte o Impianto?

Protesi rotta: dentista o odontotecnico?

Rimettere i denti subito