Parodontite

Parodontite

La Parodontite è una malattia di origine batterica, progressiva, infiammatoria grave che porta alla distruzione del parodonto (tessuti di sostegno dentali: osso alveolare, gengiva e legamento parodontale) : leggi come risolvere il tuo problema definitivamente.

Parodontite

L’accumulo di placca e tartaro attorno a denti e radici, sviluppa ascessi gengivali, gonfiori, alitosi,  sanguinamento, tasche gengivali e ossee che determinano una mobilità progressiva fino alla caduta del dente.

Parodontite : Cause

Malattia spesso di origine genetica, può essere riattivata durante i periodi di stress (es. parodontite da trincea) o per cambiamenti ormonali come durante la gravidanza.

La scarsa igiene orale favorisce la proliferazione batterica nociva, ma non è la sola causa.

Malattie gravi come il Diabete possono avere come effetto collaterale la parodontite.

Questi particolari ceppi batterici si insinuano lungo le radici, dentro le tasche gengivali, provocando riassorbimenti ossei importanti che determinano il movimento dentale sempre più accentuato, fino alla caduta del dente sano.

I problemi del parodonto possono rappresentare sia la conseguenza, sia la causa di patologie sistemiche anche gravi.

La parodontite, l’Arteriosclerosi, Cardiopatia ischemica, Arteriopatia periferica e Ictus ischemico, condividono le stesse basi patogenetiche.

I batteri della parodontite non vanno quindi sottovalutati,  possono anche migrare con il circolo sanguigno ed installarsi nel cuore, generando Pericardite o nei reni generando Glomerulonefrite, malattie gravi e di difficile risoluzione. Si sono anche avuti casi di danni all’apparato riproduttore con complicanze ostetriche.

Alcuni farmaci giocano un ruolo negativo favorendo l’insorgenza della malattia parodontale: antidepressivi, antiaritmici, antiepilettici, immunosoppressori, antipertensivi, antiparkinsoniani.

Parodontite : Diagnosi

La visita specialistica odontoiatrica gratuita con sondaggio parodontale, anamnesi dettagliata dei sintomi di mobilità dentale, sanguinamento gengivale e conferma radiografica su radiografia ortopanoramica, servirà alla dottoressa Sonia La Volpe per delineare una diagnosi precisa di parodontite.

L’esame di una radiografia panoramica conferma la presenza di rarefazioni ossee adiacenti ai denti compromessi.

Dopo un’accurata anamnesi in cui ci dirai i tuoi sintomi, eseguiremo il sondaggio parodontale mediante una piccola sonda millimetrata. Questa ci permette di misurare la profondità delle tasche parodontali presenti lungo le radici dei denti.

I batteri della parodontite infatti vivono in assenza di ossigeno e determinano un distacco della gengive, del legamento e dell’osso alveolare dal dente.

Se le tasche superano i 3 mm si parla di parodontite.

Anche la presenza di sangue al sondaggio e di mobilità dentale possono essere un indice di problematiche legate alla parodontite, ma non sempre.

A volte sono i sintomi di gengivite e di Bruxsismo.

Parodontite : Soggetti a rischio

Molte persone sono soggetti a rischio di Parodontite: leggi se fai parte di una di queste categorie e come fare per evitare che insorga il problema.

Le persone con casi di Parodontite in famiglia.

Le Donne Incinte hanno sbalzi ormonali e alterazioni a livello delle difese immunitaria nel cavo orale, che favoriscono l’insorgenza di parodontite.

Le persone con una scarsa igiene orale.

Gli anziani che hanno una scarsa igiene orale dovuta a problemi di movimento delle mani per malattie delle articolazioni o che hanno denti isolati di difficile la detersione o con una scarsa salivazione dovuta all’effetto collaterale di alcuni farmaci, questo abbassa le difese immunitarie del cavo orale facilitando l’insorgenza della parodontite.

I pazienti ortodontici, ovvero con denti accavallati, che hanno molti recessi  dove la placca batterica può accumularsi generando infiammazione

I fumatori, che hanno le difese orali abbassate a causa dell’effetto irritante e infiammatorio della nicotina sulle mucose.

Le persone diversamente abili con una scarsa igiene orale.

  • Cure Gengivali Dott.ssa Sonia La Volpe Odontoiatra Roma San Pietro

Parodontite: Soggetti a rischio percentuali

Pazienti ortodontici 64%
Gravidanza 90%
Parodontite genetica 88%
Scarsa Igiene Orale 97%
Diabete 96%

Parodontite : Terapia

I controlli periodici annuali dalla dottoressa Sonia La Volpe, la tua dentista di fiducia, sono indispensabili per mantenere una corretta igiene orale e per evitare il progressivo danneggiamento dei tessuti orali e la perdita dei denti.

La colonizzazione batterica del cavo orale è il fattore eziologico principale, pertanto si rende necessario  il controllo dell’ igiene orale.

Quando la malattia parodontale è conclamata, si hanno i sintomi di infiammazione e dolore gengivale, motilità dentale, tasche parodontali visibili al sondaggio e in radiografia. A questo punto ci sono diversi modo per frenare il processo distruttivo in atto.

I denti più compromessi vanno estratti per evitare che l’infezione distrugga il sostegno osseo dei denti circostanti. In tal modo si abbassa la carica batterica del cavo orale.

Va poi stabilito un piano terapeutico di attacco, con 4 sedute consecutive di Bio Igiene Orale Gengive e Radici che va ripetuto a distanza di un mese per 3 mesi per essere più efficace.

I bio trattamenti per la terapia della parodontite usati nello studio dentistico della Dott.ssa Sonia La Volpe, sono una ventata di frizzante vitalità che protegge denti e gengive senza modificarne la naturale struttura.

Dona benessere anche nelle ore successive della giornata, è un piacevole viaggio sensoriale nel benessere.

Nella nostra mission c’è più sinergia tra scienza e natura per offrire la bellezza naturale a cui tutti aspiriamo.

  • Bio Igiene Orale Gengive ( Trattamento di mantenimento: Bio Igiene Orale, pasta dentifricia Bio per gengive, più irrigazione di bio colluttorio alla Salvia).
  • Bio Igiene Orale Gengive e Radici ( Trattamento completo Parodontite: Levigatura Radicolare, pasta dentifricia Bio per gengive, irrigazioni di bio colluttorio, più antibiotico locale).

A sua volta il trattamento delle alterazioni parodontali si riflette positivamente sulla malattie sistemiche.